mercoledì 2 gennaio 2013

BRIOCHE E CREMA MOUSSELINE ALLA VANIGLIA




INGREDIENTI

PER LA BRIOCHE

15 g di lievito fresco
2 cucchiai di latte tiepido (nel mio caso parzialmente scremato bio)
100 g di burro
250 g di farina 00 bio
4 uova
1 cucchiaino di sale
50 g di zucchero semolato

PER LA CREMA

3 tuorli
90 g di zucchero semolato (nel mio caso 80 di fruttosio)
Un pizzico di sale
40 g di farina 00 bio
750 ml di latte bio tiepido (io ho usato il parzialmente scremato e ho ridotto la quantità di latte a 680 ml)
180 di burro ammorbidito a pezzi
100 ml di rum o kirsch o i semi di 1 baccello di vaniglia

PROCEDIMENTO

Per la brioche:  
Sciogliete il lievito nel latte tiepido. Imburrate uno stampo per brioche o uno stampo molto profondo di 20 cm di diametro.(Io ho cosparso abbondantemente lo stampo di farina).

Mettete la farina in una ciotola, fate un buco nel centro e versate a pioggia la miscela di lievito e latte, le 3 uova,il sale, il burro e lo zucchero.

Lavorate a mano per 10 minuti o con l’impastatrice posizionata sulla velocità minima per 5 minuti, finché  l’impasto risulta lucido ed elastico.
Versatelo nello stampo, copritelo con pellicola trasparente  senza farla aderire e lasciate riposare in luogo caldo per 3-4 ore.(Io l’ho fatta lievitare in cucina vicino al calorifero)

Preriscaldate il forno a 200°.

Sbattete l’uovo rimanente e spennellate la brioche per la glassatura. Cuocete per 30-40 minuti finché sarà dorata in superficie.

La brioche è preferibile conservarla in un contenitore di latta, così da inalterare la sua morbidezza e mantenerla intatta per non più di 1 giorno. Dopo sarà ottima inzuppata nel tè o nel latte.

Per la mousseline:
In una ciotola termoresistente, mescolate i tuorli, lo zucchero e il sale. Unite la farina, seguita dal latte. Sistemate la ciotola su una pentola e cuocete a fuoco dolce per ottenere una miscela spessa e cremosa. Continuate a mescolare per incorporare più aria e aggiungete il burro un pezzo alla volta, seguito dal rum o dal kirsh.

Smettete di mescolare non appena avrete finito di incorporare il burro così che la mousseline non perda di volume.

Variazione: Per avere una mousseline al sapor di vaniglia omettete la parte alcoolica e unite i semi di un baccello di vaniglia alla miscela di latte.

La crema si conserva fino a tre giorni in un contenitore ermetico in frigorifero.

Ricette tratte e tradotte dal libro “The art of French baking” di Ginette Mathiot casa editrice Phaidon









10 commenti:

  1. mamma mia è ora di merenda e quasi quasi un bocconcino me lo farei.

    RispondiElimina
  2. Prego Elena, serviti pure..una tazza di tè?!
    Grazie della visita e buona serata

    RispondiElimina
  3. Buon Anno! :) e di certo lo sarà se comincia già con queste dolci bontà :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A te Luna!Mille grazie della visita.

      Elimina
  4. Buon anno mia cara,buon tutto quello che desideri di più!!!Sei una delle persone più delicate,più gentili conosciute in questo mondo.Un pò come questa ricetta.La consistenza della brioche ingentilita da una crema così vellutata!
    Brava
    Ti abbraccio
    monica

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Contraccambio gli auguri e ti ringrazio della tua gentilezza.
      Sei una splendida persona.
      Grazie e buon venerdì
      Baci

      Elimina
  5. Ciao Rò piacere di conoscere te e il tuo bellissimo blog, molto accogliente e con tantissimi spunti! Da oggi sarò una tua sostenitrice!!! A presto

    RispondiElimina
  6. Ciao Mariangela!!
    Ti ringrazio per i complimenti e benvenuta tra i followers!^_^
    Buon we

    RispondiElimina