lunedì 18 marzo 2013

CHOCOLATE GATEAU

Ieri 17 Marzo, in molti hanno celebrato San Patrizio (Patrono d’Irlanda),io ho festeggiato sia il santo sia il mio papà!Tantissimi auguri di buon compleanno!!Per l’occasione ti offro una frase, un’immagine evocativa e un paio di fette di torta!

“Il grande dono che ci è concesso, invecchiando, è quello di non perdere le altre età che abbiamo vissuto” (M. L’engle)


         “Pescatori in riva alla Senna” di G.P. Seurat


INGREDIENTI

PER LA TORTA

70 g di burro
140 g di cioccolato a pezzi
4 uva separate
90 g di farina 00 (Io ho usato 50 g di kamut e 40 di farina 00)
140 g di zucchero semolato (Io ho usato 70 g di zucchero di canna grezzo e 70 g di semolato)
1 cucchiaino di rum, kirsh o acqua di fiori di arancio

PER LA GLASSA

60 g di cioccolato a pezzi
60 g di burro
2 tuorli 
2 albumi

PROCEDIMENTO

Preriscaldate il forno a 150°, imburrate uno stampo di Ø diametro 23 cm. (Io ho cosparso la teglia di farina e ho utilizzato uno stampo a cerniera)

In una pentola antiaderente fate fondere il cioccolato e il burro, cuocete a fuoco dolce mescolando di frequente.
Togliete dal fuoco la pentola e aggiungete i tuorli, uno alla volta, seguiti dalla farina (setacciata) e dallo zucchero.

Montate a neve ben ferma gli albumi con il liquore o l’acqua di fiori d’arancio; incorporateli alla miscela di cioccolato, avendo cura di amalgamare bene tutti gli ingredienti.  (Aggiungete gli albumi poco per volta e mescolate con movimenti lenti dal basso verso l’alto)

Versate nello stampo e cuocete per 50 minuti (nel mio forno 60 minuti; fate la prova stecchino). Quando la torta sarà cotta mettetela a raffreddare; successivamente ricopritela con la glassa al cioccolato. Se gradite potete decorare con frutta candita.( Io ho lasciato la torta a riposare nel forno spento per 20  minuti)

Per la glassa: fate sciogliere a bagnomaria il cioccolato e il burro mescolando assiduamente. Togliete dal fuoco e fate raffreddare, unite in seguito i tuorli e mescolate.
Montate a neve ferma gli albumi e incorporateli delicatamente al composto di cioccolato.

Ricoprite la torta (ormai fredda) utilizzando una spatola. La glassa si consolida con il passare del tempo. (Nel compiere l’operazione di glassatura, tenete a portata di mano un bicchiere di acqua nel quale passerete più volte la lama della spatola, al fine di ricoprire al meglio la torta)

Ricetta tratta e tradotta dal libro”The art of french baking” di Ginette Mathiot edizoni Phaidon


       

18 commenti:

  1. Ottima torta!
    Bellissima l'opera di Seurat.
    Complimenti per il blog interessante e grazie per esserti unita ai miei lettori, sarà un piacere seguirti.
    Buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, grazie mille a te per essere passata ed unita ai followers!
      L'opera di Seurat è davvero meravigliosa.
      A presto

      Elimina
  2. delizioso cara...ho già preso nota!
    bacione grande

    RispondiElimina
  3. Auguri al tuo papa'!!! e avrete festeggiato alla grande con questa torta golosa:)
    un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!Se c'è il cioccolato tutto diventa più goloso.:)
      A presto

      Elimina
  4. Auguri al tuo papà, mi associo anche io! E che buona e bella questa torta :)

    RispondiElimina
  5. anche mio marito è nato il 17 marzo!!! ottima questa torta complimenti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora auguri anche a lui!!Grazie per il complimento

      Elimina
  6. Un'altra coccola cioccolatosa qua da te..... che goduria cara!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, ultimamente adoro pasticciare con il cioccolato!
      Baci

      Elimina
  7. ammetto che san patrizio mi evoca più birra che altro, ma questa torta ha un che di meraviglioso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vero, concordo con te, però ti assicuro che la torta merita davvero.

      Elimina
  8. Nel mio blog c'è un premio che ti aspetta!

    RispondiElimina